Bibbia del Fantasy

Manicheismo? Moralità ed etica tagliate con il coltello? Assenza di una zona grigia (che poi avrei da ridire anche su questo visto il personaggio di Madmartigan)? Be’, anche se fosse: chissenefrega. 
Chissenefrega di questa fissa del realismo e degli antieroi e degli eroi con dubbi e menate e dei cattivi che forse sotto sotto sono buoni e dei buoni che forse sotto sotto sono cattivi. Chissenefrega di questo costante tentativo di confondere le acque e di dare un tono “adulto” e “profondo” a storie che sono metafore e allegorie e simboli senza tempo, chissenefrega di questa fissa per la moralità e per i Grandi Temi, di questa continua rincorsa all’approvazione di chi con il fantasy non vuole avere niente a che fare. Chissenefrega, in definitiva, di far assomigliare queste storie, le nostre storie (fiabe, leggende, viaggi dell’eroe, epiche, avventure, chiamatele come volete) a un cazzo di film di Gus Van Sant. 
Andatelo a dire a Beowulf, che non si fa abbastanza menate e non lo vediamo mai dipinto nell’intimità del suo focolare a riflettere sul mutuo da pagare perché lui è come noi. 
Dite a Ulisse che la smetta con le crociere nel Mediterraneo, a noi interessa di più sapere che fatica a pagare l’IMU del palazzo e ha dovuto smettere di comprare i croccantini per cani della Alma Nature perché costano troppo.  
Raccontate a Conan che dovrebbe fermarsi più spesso a riflettere sulle conseguenze delle sue azioni e che il suo atteggiamento verso le donne è retrogrado e decisamente anti-femminista.  
Su, fatelo, andate, la strada è di là. E lasciateci da soli con il fantasy, quello vero. E non rompete.
Il Vangelo secondo Stanlio Kubrick, i400calci 
Recitatelo a memoria ogni mattina.
Pentitevi, o fatevi lapidare da una pioggia di tomi di Arsalon.
Non mi interessa. Ma non ci rompete oltre le palle.

3 commenti:

  1. Delurko perchè seguo questo blog da tempo e trovo la citazione splendida. Ho trovato questo articolo
    http://www.ilgiornale.it/news/cultura/attraverso-fantastico-contest-integralmente-modernit-871860.html
    citano Roger Caillois come teorico del fantastico.
    Può essere utile per chi vuole scrivere un fantastico dai toni epici.
    reno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille del link Reno e bendelurkato!
      Mi spiace per le risposte tardive ma sono davvero incapace di seguire costantemente qualcosa, ormai è evidente che Baka dovrà installarmi uno stabilizzatore d'inconstanza di ultima generazione!

      Elimina